Logo Splash Sicilia
Sicilia
 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
adattabile

  Venetico - Castello di Venetico
Punti di interesse
Monforte San Giorgio - Castello di Monforte
Roccavaldina - Castello di Roccavaldina
Venetico - Castello di Venetico
Spadafora - Castello di Spadafora
Rometta - Castello di Rometta
Rometta - Chiesa Bizantina
Monforte San Giorgio - Chiesa Madre
Roccavaldina - Chiesa Madre
Monforte San Giorgio - Porta della Terra
 
Venetico - Castello di Venetico

L'edificazione del castello risale al XIII secolo. Il Feudo di Venetico ha origini note con Simone Venetico, al quale appartenne nel periodo normanno. Simone e Ranuzza Venetico, non avendo prole, nel 1259 lo donarono al Giudice Arduino (o Aldoino). Re Manfredi, con privilegio dato a S. Gervasio il 9 Marzo 1259, accettò e confermò la predetta donazione estendendola agli eredi in perpetuo, salvo l'obbligo del Servizo Militare.
Il Barone Corrado Spadafora, figlio di Federico, nel 1447 ottenne la concessione del Feudo di Venetico. La Real Corte gli concesse la gabella insieme al Feudo di Mazzarrà. Era stato Maestro Razionale e Stratigoto di Messina nel 1442. Il figlio Federico in data 2 Marzo 1459 acquistò il Feudo di San Martino, fu Senatore di Messina nel 1484, ed ebbe cinque figli. Gli successe il primogenito Francesco Spadafora Colonna, il quale sposò Melchiorra Moncada Aragona. Francesco commissionò lo stemma araldico marmoreo che sormontava il portale in pietra del Castello Medioevale sito a Venetico. Lasciò erede il figlio Pietro Spadafora Moncada. In questo periodo (1525), vi fu l'assedio della Goletta a cui partecipò il cugino di Francesco, Scipione Spadafora del Ramo di Randazzo, in quell'epoca Reggente di Caltagirone.