Logo Splash Sicilia
Sicilia
 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
adattabile

  Villafrati
Punti di interesse
Cefalà Diana - Castello di Cefalà Diana
Mezzojuso - Castello Corvino
Mezzojuso - Chiesa dell'Annunziata
Mezzojuso - Chiesa di San Nicolò
Mezzojuso - Piazza Umberto I
 
Villafrati

Villafrati dista 104 Km. da Agrigento, 107 Km. da Caltanissetta, 214 Km. da Catania, 126 Km. da Enna, 253 Km. da Messina, 35 Km. da Palermo, alla cui provincia appartiene, 148 Km. da Ragusa, 298 Km. da Siracusa, 134 Km. da Trapani.

Sorge in una zona collinare interna, posta a 475 metri sopra il livello del mare.

Il nome Villafrati deriva probabilmente da Villa del fratello, poiché nel dialetto siciliano "fratello" si dice "frati". Sul paesino sono giunte a noi pochissime notizie. Intorno al 1600 fu borgo feudale appartenente alla famiglia Filangieri. In seguito divenne comune autonomo ottenendo l'abolizione della feudalità.

Bella da visitare è la Chiesa Madre della SS. Trinità che risale al 1750 circa e che conserva una cantoria ed un organo entrambi del 1700. Interessante è l'originale Baglio settecentesco.

Curioso è il soprannome che un tempo venne dato ai Villafratesi: essi erano detti Sciaccalora perchè possedevano un ingente numero di asini (in dialetto siciliano scecchi) che utilizzavano nel trasporto del gesso verso le fornaci.

La produzione agricola locale annovera prodotti come grano, mandorle, olive, uva, olio di oliva che vengono esposti nella Fiera Agricola di giugno e di settembre. Tipici sono i prodotti caseari che derivano dall'allevamento di bovini ed ovini. Nel settore artigianale vengono lavorati apprezzabili oggetti in legno.