Logo Splash Sicilia
Sicilia
 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
adattabile

  Trabia
Punti di interesse
Trabia - Castello di Trabia
Altavilla Milicia - Torre Mandra a Capo Grosso
Caccamo - Diga Rosamarina
Trabia - Porto di San Nicola l'Arena
Altavilla Milicia - Torre Colonna
Altavilla Milicia - Torre Normanna
 
Trabia

Paese di pescatori, la sua origine risale a tempi antichissimi, paese ricco di profumi di zagara e nespolo, paese dal clima mite in tutti i mesi dell'anno, ricco di storia e bellezze naturali. Al centro della Conca d'oro, Trabia confina ad est e sud con Termini Imerese, ad ovest con Altavilla Milicia, a sud ovest con Caccamo e Casteldaccia. E' posta a 50 metri sul litorale tirrenico. Anticamente chiamato "AT TARB'AH", cioè la quadrata. Il comune è sempre stato, fin da tempi antichi, ricco d'acqua. Le attività produttive principali sono: turismo, pesca e allevamento bovino. I prodotti coltivati e conosciuti sono: le nespole di Trabia (prodotto D.O.C.), agrumi, uva da vino, ortaggi, olive, dalle quali viene estratto un ottimo olio extra vergine, prodotto con frantoio a pietra. Non si hanno notizie della nascita precisa del paese, a causa delle poche notizie e testimonianze; alcuni documenti di Stato dicono che prima dell'occupazione degli Arabi, esistesse un casale. Tuttociò trova testimonianza in un documento arabo che l'Emiro AADELKUN EL CHBIR inviò al comandante militare, nell'anno 827, dal quale si evince, che quando gli Arabi arrivarono a Trabia esisteva già un casale, che era stato non solo occupato, ma poi, anche fortificato. Trabia rappresentò un punto indispensabile, nella strategia militare araba per muovere all'attacco della città di Termini. Qui infatti trovarono cibo fresco per le loro truppe e acqua in abbondanza, che sgorgava nelle vicinanze dell'attuale castello. In seguito, i normanni, nuovi conquistatori, rafforzarono le difese del castello, ponendolo a guardia del territorio circostante, contro i continui atti di pirateria dei Saraceni. Fu proprio Re Ruggero che, appena conquistata l'isola, ordinò di rafforzare i vecchi castelli. Anche i successori del Re Ruggero convennero nella politica di rafforzamento delle difese delle coste della Sicilia. I primi feudatari Lancia o Lanza furono Blasco Lanza tra il 1921 e il 1927 con la Domenica Zumbo baroni dei longi ,Raimondo Lanza, Ottavio Lanza, tra i primi baroni dei longi. Trabia, terra a due passi di San Nicola L'arena, a due passi dalla Tonnara, vista sul mare al largo si nota il porto di San Nicola, antico porto della Sicilia.