Logo Splash Sicilia
Sicilia
 
Registrati Dimenticata la password?
adattabile

 
Possiedi una foto da
inserire in questa pagina?



Comuni nelle Vicinanze
  • Licata

  • Punti di interesse
    Licata - Castello Sant'Angelo
    Licata - Chiesa San Paolo
    Licata - Chiesa San Girolamo
    Licata - Chiesa e Convento Del Collegio
    Licata - Chiesa e Convento Sant'Angelo
    Licata - Chiesa del Santissimo Salvatore
    Licata - Chiesa della Carità
    Licata - Chiesa di Santa Maria La Vetere
    Licata - Chiesa di San Francesco
    Licata - Chiesa del Carmine
    Licata - Chiesa di Sant'Agostino
    Licata - Duomo
    Licata - Villa Garibaldi
    Licata - Villa Elena
    Licata - Museo Archeologico
    Licata - Palazzo Frangipane
    Licata - Palazzo Bosio
    Licata - Palazzo Dominici
    Licata - Municipio
    Licata - Porto
     
    Licata - Chiesa di Sant'Agostino

    La sua costruzione risale al 1611, quando i padri Agostiniani ottennero il possesso, dal vescovo di Agrigento, dell'antica chiesa di Santa Margherita, presso il reggio Caricatore di grano, che trasformarono completamente, girando la facciata della chiesa, e edificarono accanto una casa per la loro comunità che rimase attiva fino al 1735.

    E' la chiesa per eccellenza dei lavoratori del porto, e custodisce una statua lignea dell'Addolorata. Il 13 aprile 1973 è stata elevata a Santuario con il titolo di "Maria SS. Addolorata".

    La chiesa conserva una statua lignea di una Madonna Adolorata, attribuita ad un tal Giuseppe Piccone, scolpita nella 2° metà del XVIII Secolo .

    La leggenda narra che un veliero naufragava, nel bel mezzo di una fortissima tempesta, nei pressi del porto di Licata. Quando i marinai di quel luogo, che soccorsero ad aiutarli, scoprirono che il veliero conservava una statua lignea dell'Addolorata. Allora i licatesi chiesero al comandante del veliero se potevano tenere la statua, e cosi la collocarono nell'altare maggiore di una piccola chiesa dei dintorni, e cosi fu fatto.

    La statua porta un medaglione con i segni della crocifissione, un aureola d'argento e un pugnale al seno.

    Di stile neoclassico, La chiesa ad un unica navatella di pochi metri, conserva opere rilevanti, come il quadro della "Madonna della cintura con il bambino e i SS. Agostino e Monica",un crocifisso molto antico e di pregiata fattura. Il sotto arco è adornato di sette dipinti a forma circolare che dimostrano i 7 dolori della vergine, dipinti da un autore locale, Giuseppe Spina.