Sicilia
 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente

Agrigento | Caltanissetta | Catania | Enna | Messina | Palermo | Ragusa | Siracusa | Trapani


Pantelleria

Pantelleria
 
Pantelleria è un comune di 6.044 abitanti della provincia di Trapani.

Il comune copre l'intera isola di Pantelleria. Si trova a 85 chilometri dalla Sicilia e a 70 dall'Africa. Il suo territorio è di origine vulcanica. Sono tuttora presenti molti fenomeni di vulcanesimo secondario, prevalentemente acque calde e fumi. L'ultima eruzione è avvenuta, nel 1891, sul pendio nordoccidentale nella parte sommersa.

Il territorio del comune va dal livello del mare ad una altezza di 836 metri sulla Montagna Grande.

Il porto dell'isola permette il collegamento regolare con il porto di Trapani.

Pantelleria è collegata alla terraferma anche mediante voli di linea essendo presente un aeroporto.

Punti d'Interesse



* Sibà - Sauna Naturale
* Sesi - Tombe Bizantine
* Acropoli San Marco
* Lago Specchio di Venere
* Arco dell'Elefante
* Cala Cinque Denti

Cale Naturali


* Sataria
* Mursia
* Punta Fram
* Suvaki
* Bue Marino
* Punta Marino
* Punta di Niká
* Balata dei Turchi
* Khattibuale
* Punta Spadillo - Laghetto delle Ondine
* Cala Gadir
* Punta Kharace
* Cala Levante & Cala Tramontana

Aspetto e Struttura dell'Isola


Nota per la sua centralità nel Mar Mediterraneo, scalo intermedio tra Africa e Sicilia e caposaldo fondamentale per il commercio col Levante, Pantelleria, isola di origine vulcanica si caratterizza per la straordinaria singolarità del suo paesaggio in cui agli elementi naturali (colate laviche a blocchi, cale e faraglioni) si aggiungono i manufatti creati dall'uomo per vivere e raccogliere abbondanti ed unici raccolti agricoli; muri a secco (con la triplice funzione di spietrare il fondo, contenere il terreno e delimitare la proprietà fondiaria); i Giardini panteschi (costruzioni cilindriche in muratura di pietra lavica a secco con la duplice funzione di proteggere gli agrumi dal vento e di controllare gli effetti micro-climatici per un giusto apporto di acqua alla pianta laddove l'isola ne è sprovvista), i dammusi (fabbricati rurali con spessi muri a secco, cubici, con tetti bianchi a cupola ed aperture ad arco a tutto sesto, atavici esempi di architettura bio-climatica).

Economia


L'economia dell'isola è basata sull'agricoltura specializzata della coltivazione della vite: sono famosi infatti i vini dolci come il Moscato e il Passito. Pregiata la produzione e la conservazione del cappero, oggi a Indicazione Geografica Protetta e dell'uva essiccata. Fino a non molto tempo fa era noto l'allevamento di asini e di muli apprezzati in tutta Europa. Praticata la pesca e in crescente sviluppo le attività legate al turismo, specialmente estivo. L'isola è dotata di una buona ricettività alberghiera. La sua gastronomia rappresenta un'occasione unica per i numerosi piatti a base di pesce di cui l'isola è ricca.