Logo Splash Sicilia
Sicilia
 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
adattabile

  Mirto
Punti di interesse
Frazzanò - Monastero di San Filippo Fragalà
Capri Leone - Fontana del Leone
 
Mirto

Sorge in una zona litoranea collinare, posta a 428 metri sopra il livello del mare.

Il nome del paese deriva dal greco Myrtos, che indica appunto la pianta del mirto. Il borgo fu fondato in età medievale. Nel XIV secolo durante la dominazione aragonese, fu sotto la giurisdizione della Curia vescovile. In seguito appartenne a diversi feudatari: ad Angellotto di Larcan, a Riccardo Filangeri, ad Antonio Branciforte, ai Balsamo e infine di nuovo ai Filangeri. Dal 1643 divenne principato dei Filangeri.

Tra i monumenti artisticamente più importanti ricordiamo: la chiesa di S. Maria del Gesù, la chiesa di S. Alfio restaurata nel 1607 che presenta un delizioso campanile, la chiesa di S. Nicolò che conserva un bel portale medievale.

Tra i personaggi più illustri originari del luogo annoveriamo il naturalista francescano Francesco Cupani (1657-1710), che fondò nel 1692 a Misilmeri il primo orto botanico e pubblicò un'opera sulle piante siciliane: "Syllabus plantarum Siciliae".

L'attività economica principale è l'agricoltura. I prodotti maggiormente coltivati sono le granaglie, le olive, l'uva da mosto, le castagne, le nocciole e gli agrumi.