Logo Splash Sicilia
Sicilia
 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
adattabile

  Longi
Punti di interesse
Longi - Castello di Longi
Galati Mamertino - Castello di Galati
Frazzanò - Monastero di San Filippo Fragalà
 
Longi

Sorge in una zona litoranea montagnosa, posta a 620 metri sopra il livello del mare.

Il nome originario del paese era Castrum Longum, che in latino vuol dire "forte lungo" e si riferiva probabilmente alla forma allungata del suo territorio. Il centro fu fondato nel IX secolo dagli abitanti dell'antica città sicana di Crastos dopo la distruzione di questa avvenuta in seguito ad un invasione araba. Inizialmente avamposto militare, come testimonia l'antico nome, si trasformò gradualmente in centro urbano con l'addensarsi delle abitazioni attorno al castello. Durante la dominazione Svevo-normanna il feudo appartenne alla famiglia dei Lancia, che mantennero il potere fino al 1659, quando passò a Silvestro di Napoli. Successivamente divenne possedimento dei Duchi d'Ossada che rimasero signori di Longi fino al 1965.

Di notevole interesse architettonico sono il Castello Medioevale del sec. XII, la chiesa Madre edificata nel sec. XVI accanto a un campanile quattrocentesco, la chiesa della SS. Annunziata, che presenta un pregevole portale in pietra locale e i ruderi del Castelo di Milè. Notevoli sono inoltre i reperti archeologici rinvenuti nella "Grotta del Lauro", sita nei pressi di Longi, che risalgono all'età del rame (III millennio a.C.).

Le attività economiche principali sono l'agricoltura e l'allevamento. Le colture prevalenti sono i cereali, le olive, le castagne, le nocciole e i funghi. Gli allevamenti presenti sono quelli di bovini e di ovini.