Logo Splash Sicilia
Sicilia
 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
adattabile

  Lago di Lentini
Punti di interesse
Lentini - Chiesa di Sant'Alfio
Lentini - Villa Gorgia
Lago di Lentini
Lentini - Municipio
Lentini - Piazza Umberto
 
Lago di Lentini

Il lago di Lentini si trova in provincia di Siracusa ai margini della provincia di Catania, e si estende nel territorio del comune di Lentini. Il bacino idrografico occupa una superficie costituita da una depressione naturale e le ultime propaggini settentrionali dei Monti Iblei e la piana di Catania.

Vuole una leggenda che Ercole, recando in dono a Cerere la pelle del leone Nemeo, si fosse innamorato dei luoghi facendo nascere un lago che da lui avrebbe preso il nome. Sotto gli Arabi venne mutato in biviere e vivaio di pesci . Verso l’inizio del XIII secolo i Templari lo usavano come riserva di caccia e la pesca. Nel 1510, il lago era di proprietà della famiglia Santapau, poi passò ai principi di Butera, e infine alla famiglia Trabia. La principale risorsa del lago era la pesca, nel lago si praticava anche la caccia; altra importante risorsa del lago era la canna palustre ( a cannedda).

A causa della persistente malaria, vi furono già a partire dalla fine del XIX secolo, progetti di bonifica; intorno agli anni Trenta il lago venne prosciugato. I lavori di bonifica durarono circa trenta anni. Scomparve così il lago di Lentini e con esso anche la ricchissima flora e la fauna che in esso proliferava rigogliosa.

Alla fine degli anni 70, si pensò alla ricostruzione del lago come serbatoio di acqua per uso agricolo e industriale. Fu con i finanziamenti della Cassa del Mezzogiorno che venne realizzato un invaso più piccolo ma più profondo con una capacità di 127 milioni di metri cubi d’acqua ed un sistema di ricircolo forzato mediante pompe per evitarne il ristagno. Dopo lungo tempo e molte polemiche, dato che molti volevano riempirlo deviando l'acqua del bacino del Simeto, il bacino si è riempito trasformandosi nuovamente in un’importante oasi naturalistica e in habitat per la sosta di uccelli migratori e per la nidificazione di molte altre specie.

Dalla stazione ferroviaria di Lentini , girare a destra e seguire l'indicazione S.P.67 per Valsavoia.

Il lago è visibile dal treno percorrendo la ferrovia Catania-Siracusa tra le stazioni di Lentini Diramazione e Lentini e percorrendo la Catania-Gela tra le stazioni di Lentini Diramazione e di Palagonia.